Trekking “Sulle Tracce della Libertà” dal 19 al 25 aprile 2015 - Comune di Casola Valsenio

Vai ai contenuti principali
 
 
 
 
 
 
 
Sei in: Home / Turismo / Notizie / Trekking “Sulle Tracce della Libertà” dal 19 al 25 aprile 2015  
Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Delicious Invia per email
 

Trekking “Sulle Tracce della Libertà” dal 19 al 25 aprile 2015

 
casapartigiano

TREKKING “SULLE TRACCE DELLA LIBERTÀ”  19 – 25 APRILE 2015

 

Le Sezioni Cai di Faenza e di Imola, con l’adesione dellaSezione UOEI di Faenza e della Sezione CAI di Lugo, con la collaborazione delleSezioni ANPI di Faenza e di Imola, nonchè di alcuneAssociazioni di volontariato, hanno promosso un trekking denominato “Sulle tracce della Libertà” che prevede un itinerario escursionistico sui rilievi collinari e montani del faentino e dell’imolese. Inoltre, è stata chiesta l’adesione delle Amministrazioni Comunali interessate dai percorsi.

 

L’itinerario scelto ripercorre i luoghi dove si sono svolti alcuni dei principali fatti di guerra e della Resistenza negli anni 1943-1945, fino alla definitiva liberazione di tutte le località all’interno di questi territori. Attraversando molte realtà cariche di grande significato storico, collega idealmente due vecchie abitazioni di montagna che oggi sono luoghi-simbolo per ricordare quel periodo: Cà Cornio, dove furono uccisi Silvio Corbari e altri tre componenti del suo gruppo; Cà Malanca, dove ha sede il Museo della Resistenza.

 

Settanta anni fa in questi luoghi difficili e ostili vi abitavano moltissime famiglie, in particolare di contadini, che vissero in prima persona e duramente il passaggio della guerra. I luoghi di Corbari: San Valentino, Cà Cornio, Monte Lavane; l’imboscata a Bruno Neri e Vittorio Bellenghi a Gamogna; le rappresaglie contro i civili a Crespino e Casetta di Tiara; le zone dove operarono le formazioni partigiane della 36.ma Brigata Garibaldi: Capanna Marcone, Valle del Rovigo, Le Spiagge, Cà di Vestro, l’Otro, Monte Faggiola, Dogana, Cà di Guzzo, Castagno, Purocielo, Cà Malanca; i monti Altuzzo e Pratone dove gli Alleati sfondarono la Linea Gotica; i drammatici scontri militari di Monte Battaglia e Monte Cece.

 

Ad ogni nome è associata la storia di una comunità con le sue sofferenze, sono associati gli eventi bellici e i sacrifici di chi ha lottato per la liberazione del Paese.

 

Percorrere questi sentieri di montagna che collegano i borghi, le case, le vette e le vallate non deve essere solo un modo per trascorrere piacevolmente alcune ore nella natura, ma anche l’occasione per meditare sulla durezza e la crudeltà della guerra, di riflettere sul nostro recente passato, di ricordare tutti coloro che si sono sacrificati per un mondo più libero e pacificato.

E’ da queste riflessioni che è nata l’idea di studiare un itinerario escursionistico che offra la possibilità di dedicare alcuni momenti della nostra vita individuale e collettiva ad una maggiore conoscenza della nostra storia recente.
L’itinerario permette di percorrere un vero e proprio cammino nei luoghi della memoria, ed è articolato in sette tappe con partenza da Modigliana, per concludersi a Cà Malanca, seguendo, in linee generali, la cronologia degli avvenimenti storici. Ad ogni arrivo di tappa è disponibile una struttura attrezzata per il pernottamento.

L’intero itinerario e i supporti organizzativi saranno descritti in un opuscolo in corco di preparazione e che sarà distribuito prossimamente.

 

In occasione delle ricorrenze per il Settantesimo anniversario della Liberazione, viene inaugurato il trekking con partenza il 19 aprile e arrivo il 25 dello stesso mese.

 

Tutti coloro che sono interessati a partecipare a una o più tappe possono rivolgersi alla sede del CAI di Faenza , in via Campidori (Rione Rosso) il giovedì sera e il sabato mattina. Telefono 0546-22966

 

70° ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE, TREKKING “SULLE TRACCE DELLA LIBERTÀ”, 19 – 25 APRILE 2015

 

 

L’ITINERARIO

  • Domenica 19 aprile:
     Modigliana – San Valentino e ritorno Modigliana
    Cà Cornio, San Valentino, Modigliana
  • Lunedì 20 aprile:
     Ponte della Valle – Campigno, Ponte della Valle, Cippo Bruno Neri-Vittorio Bellenghi, Eremo di Gamogna, Bocchetta del Vento, Capanno dei Partigiani, Farfareta, Campigno
  • Martedì 21 aprile:
     Campigno – Crespino – Casaglia - Campigno
  • Mercoledì 22 aprile:
    Casaglia – Badia Moscheta
  • Giovedì 23 aprile:
     Badia Moscheta – Palazzuolo
  • Venerdi 24 aprile:
    Palazzuolo – Monte Battaglia
  • Sabato 25 aprile:
    Rivacciola – Cà di Malanca
    Monte Cece, Poggiolo, Cà di Malanca (Museo della Resistenza)