Iscrizioni anagrafiche - Comune di Casola Valsenio

Vai ai contenuti principali
 
 
 
 
 
 
Sei in: Home / Servizi / Anagrafe - Stat... / Iscrizioni anagrafiche  

Iscrizioni anagrafiche

 

Dichiarazioni anagrafiche:

  1. iscrizione anagrafica con provenienza da altro comune
  2. iscrizione anagrafica dall'estero
  3. cambio di abitazione all'interno del comune
  4. emigrazione all'estero

A partire dal 9 maggio 2012 è entrata in vigore la nuova disciplina che introduce il “cambio di residenza in tempo reale” (art. 5 D.L. 9 febbraio 2012, n.5, convertito in legge 4 aprile 2012, n.35).

Circolare n. 9 del 2012 (944kB - PDF)

La nuova disciplina riguarda:

  • Iscrizione anagrafica con provenienza da altro comune
  • Iscrizione anagrafica dall'estero
  • Cambio di abitazione all'interno del comune
  • Emigrazione all'estero

MODALITA'

I cittadini potranno presentare le dichiarazioni anagrafiche, utilizzando esclusivamente i moduli conformi a quelli pubblicati sul sito Internet del Ministero dell'Interno:

con una delle seguenti modalità:

  1. DIRETTAMENTE ALL'UFFICIO ANAGRAFE:
    Servizio Demografico - URP c/o Comune di Casola Valsenio Via Roma 50 - 48032 Casola Valsenio (RA)
  2. Per raccomandata A.R. indirizzata a:
    Servizio Demografico - URP c/o Comune di Casola Valsenio Via Roma 50 - 48032 Casola Valsenio (RA)
  3. Per fax al numero:
    0546 691039
  4. Per posta elettronica semplice al seguente indirizzo:
    anagrafe@comune.casolavalsenio.ra.it
  5. Per posta elettronica certificata al seguente indirizzo:
    comune.casolavalsenio@cert.provincia.ra.it

 

  • NOTA BENE

L'invio per posta elettronica (semplice o certificata) è consentita ad una delle seguenti condizioni:

A) che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;
B) che l'autore sia identificato dal sistema informatico con l'uso della carta di identità elettronica, dalla carta nazionale dei servizi, o comunque con strumenti che consentano l'individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione;
C) che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del richiedente;
D) che la copia della dichiarazione recante la firma autografa del richiedente sia acquisita mediante scanner e trasmessa tramite posta elettronica semplice.

L'invio della dichiarazione tramite posta ordinaria o raccomandata semplice, è consentito, ma non garantisce alcuna certezza circa la data di arrivo e di decorrenza dell'iscrizione, della cancellazione o variazione anagrafica.

Alla dichiarazione deve essere allegata copia semplice del documento d'identità del richiedente e delle persone che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente che, se maggiorenni, devono anche sottoscrivere il modulo.

REQUISITI:

La dichiarazione, per essere considerata ricevibile, deve contenere necessariamente tutti i dati obbligatori previsti nell'apposito modulo e contrassegnati da un solo asterisco.

  •  Inoltre per i cittadini stranieri, è richiesta la seguente documentazione:
Documentazione necessaria per l'iscrizione anagrafica di cittadini di stati appartenenti all'Unione Europea (79kB - PDF)
Documentazione necessaria per l'iscrizione anagrafica di cittadini di Stati non appartenenti all'Unione Europea (161kB - PDF)

COSTO:
Nessuno.

TEMPI DI RILASCIO:

A seguito della dichiarazione ricevuta l' Ufficiale d'Anagrafe registrerà, entro i 2 giorni lavorativi successivi al ricevimento le variazioni conseguenti, con decorrenza dalla data di presentazione/ricevimento delle dichiarazioni stesse.

Entro i 45 giorni successi alla data di presentazione/ricevimento verranno svolti gli accertamenti per verificare la dimora abituale e la regolarità della documentazione presentata. Entro lo stesso termine l'Ufficiale di Anagrafe comunicherà al cittadino l'eventuale esito negativo.

Trascorsi i 45 giorni, se il cittadino non riceve alcuna comunicazione da parte del Comune, la pratica si considera conclusa con esito positivo (silenzio-assenso). 

 

  • CONSEGUENZE IN CASO DI DICHIARAZIONI FALSE o MENDACI

In caso di dichiarazioni non corrispondenti al vero, si applicano gli articoli 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000, i quali dispongono rispettivamente la decadenza dai benefici acquisiti per effetto della dichiarazione, nonché il rilievo penale della dichiarazione mendace.
In caso di discordanze tra le dichiarazioni rese e gli esiti degli accertamenti, il dichiarante sarà tempestivamente segnalato all'Autorità di Pubblica Sicurezza.

 

RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO:
Wilmer Quadalti

NORMATIVA DI RIFERIMENTO:
Legge Anagrafica 1228/54 e Regolamento approvato con DPR 223/89. Art. 5 Decreto Legge 9 febbraio 2012 n. 5 come convertito con modificazione della L. n. 35/2012.

 
FAQ:

ISCRIZIONE ANAGRAFICA

FAQ: domande ricorrenti

 

Intendo trasferirmi nel Comune: quando devo presentare la dichiarazione anagrafica?

Tempestivamente, dopo aver trasferito la dimora abituale all’indirizzo dichiarato e in ogni caso nel termine massimo di 20 giorni dal trasferimento stesso.

 

Che cos’è una famiglia anagrafica?

È un insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, unione civile, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, coabitanti ed aventi dimora abituale nello stesso alloggio. In presenza dei suddetti vincoli i cittadini costituiscono una famiglia e, conseguentemente, risulteranno nello stesso stato di famiglia.

 

Se la registrazione anagrafica avviene entro 2 giorni dal ricevimento della dichiarazione perché vengono fatti successivamente degli accertamenti sulle dichiarazioni?

Trattasi di una conseguenza della legge anagrafica che consente al cittadino di beneficiare immediatamente di ogni diritto connesso con l’iscrizione. Si ricordi che ove nel corso degli accertamenti emergano discordanze con la dichiarazione resa, verrà ripristinata la posizione anagrafica precedente e l'ufficiale di anagrafe segnalerà quanto emerso alla competente autorità di pubblica sicurezza.

 

Posso dichiarare il domicilio?

Non esiste nell’anagrafe una banca dati del domicilio, inteso come sede principale degli affari e interessi di cui all’art. 43 del Codice Civile.