Dichiarazioni anagrafiche - Comune di Casola Valsenio

Vai ai contenuti principali
 
 
 
 
 
 
 
Sei in: Home / Servizi / Anagrafe - Stat... / Dichiarazioni anagrafiche  

Dichiarazioni anagrafiche

 

Dichiarazioni anagrafiche:

  1. iscrizione anagrafica con provenienza da altro comune
  2. iscrizione anagrafica dall'estero
  3. cambio di abitazione all'interno del comune
  4. emigrazione all'estero

A partire dal 9 maggio 2012 è entrata in vigore la nuova disciplina che introduce il “cambio di residenza in tempo reale” (art. 5 D.L. 9 febbraio 2012, n.5, convertito in legge 4 aprile 2012, n.35).

Circolare n. 9 del 2012 (944kB - PDF)

La nuova disciplina riguarda:

  • Iscrizione anagrafica con provenienza da altro comune
  • Iscrizione anagrafica dall'estero
  • Cambio di abitazione all'interno del comune
  • Emigrazione all'estero

MODALITA'

I cittadini potranno presentare le dichiarazioni anagrafiche, utilizzando esclusivamente i moduli conformi a quelli pubblicati sul sito Internet del Ministero dell'Interno:

Modello dichiarazione cambio indirizzo e immigrazione (60kB - PDF)
Modello dichiarazione trasferimento di residenza all'estero (41kB - PDF)

con una delle seguenti modalità:

  1. DIRETTAMENTE ALL'UFFICIO ANAGRAFE:
    Servizio Demografico - URP c/o Comune di Casola Valsenio Via Roma 50 - 48010 Casola Valsenio (RA)
  2. Per raccomandata A.R. indirizzata a:
    Servizio Demografico - URP c/o Comune di Casola Valsenio Via Roma 50 - 48010 Casola Valsenio (RA)
  3. Per fax al numero:
    0546 73909
  4. Per posta elettronica semplice al seguente indirizzo:
    anagrafe@comune.casolavalsenio.ra.it
  5. Per posta elettronica certificata al seguente indirizzo:
    comune.casolavalsenio@cert.provincia.ra.it

 

  • NOTA BENE

L'invio per posta elettronica (semplice o certificata) è consentita ad una delle seguenti condizioni:

A) che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;
B) che l'autore sia identificato dal sistema informatico con l'uso della carta di identità elettronica, dalla carta nazionale dei servizi, o comunque con strumenti che consentano l'individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione;
C) che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del richiedente;
D) che la copia della dichiarazione recante la firma autografa del richiedente sia acquisita mediante scanner e trasmessa tramite posta elettronica semplice.

L'invio della dichiarazione tramite posta ordinaria o raccomandata semplice, è consentito, ma non garantisce alcuna certezza circa la data di arrivo e di decorrenza dell'iscrizione, della cancellazione o variazione anagrafica.

Alla dichiarazione deve essere allegata copia semplice del documento d'identità del richiedente e delle persone che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente che, se maggiorenni, devono anche sottoscrivere il modulo.

REQUISITI:

La dichiarazione, per essere considerata ricevibile, deve contenere necessariamente tutti i dati obbligatori previsti nell'apposito modulo e contrassegnati da un solo asterisco.

  •  Inoltre per i cittadini stranieri, è richiesta la seguente documentazione:
Documentazione necessaria per l'iscrizione anagrafica di cittadini di stati appartenenti all'Unione Europea (79kB - PDF)
Documentazione necessaria per l'iscrizione anagrafica di cittadini di Stati non appartenenti all'Unione Europea (161kB - PDF)

COSTO:
Nessuno.

TEMPI DI RILASCIO:

A seguito della dichiarazione ricevuta l' Ufficiale d'Anagrafe registrerà, entro i 2 giorni lavorativi successivi al ricevimento le variazioni conseguenti, con decorrenza dalla data di presentazione/ricevimento delle dichiarazioni stesse.

Entro i 45 giorni successi alla data di presentazione/ricevimento verranno svolti gli accertamenti per verificare la dimora abituale e la regolarità della documentazione presentata. Entro lo stesso termine l'Ufficiale di Anagrafe comunicherà al cittadino l'eventuale esito negativo.

Trascorsi i 45 giorni, se il cittadino non riceve alcuna comunicazione da parte del Comune, la pratica si considera conclusa con esito positivo (silenzio-assenso). 

 

  • CONSEGUENZE IN CASO DI DICHIARAZIONI FALSE o MENDACI

In caso di dichiarazioni non corrispondenti al vero, si applicano gli articoli 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000, i quali dispongono rispettivamente la decadenza dai benefici acquisiti per effetto della dichiarazione, nonché il rilievo penale della dichiarazione mendace.
In caso di discordanze tra le dichiarazioni rese e gli esiti degli accertamenti, il dichiarante sarà tempestivamente segnalato all'Autorità di Pubblica Sicurezza.

 

RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO:
Wilmer Quadalti

NORMATIVA DI RIFERIMENTO:
Legge Anagrafica 1228/54 e Regolamento approvato con DPR 223/89. Art. 5 Decreto Legge 9 febbraio 2012 n. 5 come convertito con modificazione della L. n. 35/2012.