Maltempo: riconosciuto l'evento eccezionale nel Ravennate - Comune di Casola Valsenio

Vai ai contenuti principali
 
 
 
 
 
 
 
Sei in: Home / Comune / Bandi e concorsi / Maltempo: riconosciuto l'evento eccezionale nel Ravennate  
Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Delicious Invia per email
 

Maltempo: riconosciuto l'evento eccezionale nel Ravennate

 
alluvione

MALTEMPO, RICONOSCIUTO L'EVENTO ECCEZIONALE NEL RAVENNATE

 

Le aziende agricole hanno tempo fino al 12 novembre per chiedere contributi per i danni delle piogge del 30 e 31 maggio scorso.

È stata accolta la proposta della Regione per il riconoscimento di evento eccezionale relativo alle piogge alluvionali che il 30 e 31 maggio 2014 hanno interessato vasti territori della provincia di Ravenna.Il decreto è stato emanato dal Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali e pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 226 del 29 settembre.

temporali

Entro il 12 novembre possono presentare domanda per gli aiuti previsti le aziende che hanno subito danni alle strutture agricole e alle infrastrutture connesse all'attività agricola e che si trovano all’interno delle aree rilevabili dall’elenco dei singoli fogli di mappa indicati nella delibera della Giunta regionale 1160 del 21 luglio 2014.

La domanda - in copia unica, compilata in ogni parte e debitamente sottoscritta - deve essere presentata allaProvincia di Ravenna.

Al momento della presentazione della richiesta di aiuto l’azienda deve essere iscritta al Registro delle imprese della Camera di Commercio e all’anagrafe delle aziende agricole della Regione Emilia-Romagna, secondo quanto stabilito dal Regolamento regionale n. 17/2003; inoltre deve avere il fascicolo aziendale validato.

Per la presentazione della domanda è stato predisposto un apposito programma informatico, che può essere utilizzato dai soggetti autorizzati che abbiano ricevuto delega di mandato da parte dell’azienda agricola. La domanda potrà anche essere presentata direttamente dall’azienda agricola o in forma cartacea, utilizzando la modulistica predisposta dalla Regione, o in forma digitale; in quest’ultimo caso dovrà essere compilata dal referente per l’azienda (il titolare o l’amministratore) registrato in anagrafe e dotato di un certificato digitale.