Sabato 21 settembre: MONTE CECE 1944-2019 - Comune di Casola Valsenio

Vai ai contenuti principali
 
 
 
 
 
 
 
Sei in: Home / Comune / Archivio notizie / Sabato 21 settembre: MONTE CECE 1944-2019  
Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Delicious Invia per email
 

Sabato 21 settembre: MONTE CECE 1944-2019

 

Con il patrocinio del Comune di Casola Valsenio

 

LOCANDINA-monte-cece_definitiva-2019

Sabato 21 settembre 2019. A Monte Cece nel 75° anniversario dei combattimenti dell'ottobre 1944

 

PROGRAMMA
 
Ore 15:45 Ritrovo nel Parco Giulio Cavina (zona antistante il Municipio)
 
Ore 16:00 Partenza per Monte Cece.
Verrà raggiunto in auto il Passo del Cerro per poi proseguire a piedi fino a Monte Cece (tempo di percorrenza, circa 40’)
 
Ore 17:00 Cerimonia a Monte Cece alla presenza dei gonfaloni dei Comuni di Casola Valsenio e Palazzuolo sul Senio e deposizione di una corona di alloro in onore della 1^ Divisione Britannica
 
 
Nel libro pubblicato nel 2004 in occasione del 60° anniversario dei combattimenti di Monte Battaglia e Monte Cece, Beppe Sangiorgi così descrive ciò che accadde sul Monte Cece nell'ottobre 1944, quando il fronte superò la Linea Gotica:
 
"...A Monte Cece, un'altura di 759 m. slm, sempre in Comune di Casola Valsenio, erroneamente indicato nelle mappe alleate come Monte Ceco, gli inglesi si trovano di fronte i granatieri della 715^ Divisione germanica contro i quali avevano già combattuto ad Anzio. Lo scontro è durissimo e si protrae per quasi due settimane in condizioni difficilissime a causa del fango, delle piogge prolungate e di un traffico confuso di uomini e mezzi alle spalle della prima linea.

In queste condizioni, il 3 e 4 ottobre, sotto una pioggia battente e dopo un pesante bombardamento di artiglieria, i fucilieri inglesi della III Brigata di fanteria sferrano, ma inutilmente, il primo attacco contro i tedeschi attestati sul monte.
Il secondo tentativo viene condotto il 5, 6 e 8 ottobre con forze fresche del Duke of Wellington's Regiment che avanzano faticosamente ad ondate, facendosi largo con bombe a mano e assalti corpo a corpo, fino a disperdere il nemico e a conquistare la vetta, subendo però ingenti perdite, compreso il comandante dei Duke's, il tenente colonnello Shield.

Ma la battaglia di Monte Cece non è ancora finita perché i tedeschi si attestano sul crinale poco più in basso. Da dove vengono definitivamente cacciati il 16 ottobre con un ultimo terrificante attacco che porta a oltre 700 i morti, dispersi e feriti solo di parte britannica nel settore di Monte Cece".
 
Questo è il racconto scarno, crudo, di ciò che è accaduto, in due settimane di combattimenti furiosi a Monte Cece, dove a pagare un alto tributo di sangue sono stati i soldati britannici del Reggimento Duca di Wellington.

Il 21 settembre saremo a Monte Cece per ricordare quel sacrificio, per rendere omaggio ai militari britannici che qui hanno scritto una delle pagine più tragiche e più eroiche della loro storia militare nella Seconda Guerra Mondiale.
 
E’ qui che l’8 ottobre 1944, il ventunenne Richard Burton si è guadagnato la Victoria Cross, la più alta decorazione militare britannica.
 
Su questi monti, nell’ottobre del 1944, e sul fronte del Senio, nella primavera 1945, si è combattuta la battaglia decisiva per la liberazione dell’Italia.
 

 
Locandina: