Ondate di calore: indicazioni per contrastarle - Comune di Casola Valsenio

Vai ai contenuti principali
 
 
 
 
 
 
 
Sei in: Home / Comune / Archivio notizie / Ondate di calore: indicazioni per contrastarle  
Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Delicious Invia per email
 

Ondate di calore: indicazioni per contrastarle

 
calore

Ondate di calore: le indicazioni per contrastare i disagi

 

La rete di interventi per mitigare l'impatto delle ondate di calore è operativa da qualche giorno su tutto il territorio regionale. Lo prevede il recente provvedimento regionale che ha definito le linee guida per l'assistenza alle persone che più risentono del caldo estivo: persone anziane e disabili, chi ha malattie croniche, persone che vivono sole, chi è più fragile per le proprie condizioni socio-economiche.  

In proposito, l’Arpa (l’Agenzia regionale prevenzione e ambiente dell’Emilia-Romagna) ha già attivato sull’intero territorio un sistema di previsione del disagio bioclimatico che consente di prevedere, con 72 ore di anticipo, le eventuali ondate di calore.

Il provvedimento ha previsto l’avvio operativo dei piani locali di intervento a livello distrettuale da parte di Aziende Usl e Comuni, con la collaborazione di tutti i soggetti attivi nel volontariato.

Le reti di intervento locali prevedono: centri di riferimento territoriali, con funzioni di coordinamento, gestiti in modo integrato tra Aziende Usl e Comuni; la mappa delle situazioni a rischio; il potenziamento dell’assistenza della popolazione già assistita a domicilio o nei centri diurni; programmi di intervento per le strutture residenziali e diurne che accolgono anziani e disabili.

Tra le azioni previste, il pronto intervento con gruppi di operatori e volontari; il sostegno telefonico o con visite a domicilio, con priorità alle persone più anziane e malate; l'utilizzo temporaneo nelle ore più calde della giornata di centri diurni, case protette, case residenze per anziani non autosufficienti.

Per verificare tempestivamente l’effetto delle ondate di calore e individuare condizioni di solitudine, sono stati attivati sistemi di monitoraggio degli accessi al Pronto soccorso e dei ricoveri ospedalieri della popolazione dai 75 anni di età. Una particolare attenzione è rivolta alle persone non note ai servizi, da individuare attraverso una collaborazione strutturata tra medici di famiglia, presidi ospedalieri e servizi sociali dei Comuni.

Le linee guida regionali promuovono inoltre iniziative di informazione sui comportamenti corretti per ridurre l’impatto delle ondate di calore. E promuovono occasioni di incontro e socializzazione (anche in luoghi di aggregazione, come i centri sociali per persone anziane), attraverso le iniziative dei Comuni con le associazioni di volontariato e il privato sociale.

  • Per ulteriori informazioni:

occorre rivolgersi al numero verde gratuito del Servizio sanitario regionale (800 033 033), attivo tutti i giorni feriali dalle ore 8,30 alle ore 17,30, il sabato e i prefestivi dalle ore 8,30 alle ore 13,30.

L’operatore che risponde alla telefonata, qualora sia necessario, può trasferirla, sempre senza alcun onere per chi chiama, all’Ufficio relazioni con il pubblico dell’Azienda sanitaria di riferimento.