Attivo lo sportello di SOS Donna - Comune di Casola Valsenio

Vai ai contenuti principali
 
 
 
 
 
 
 
Sei in: Home / Comune / Archivio notizie / Attivo lo sportello di SOS Donna  
Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Delicious Invia per email
 

Attivo lo sportello di SOS Donna

 
sos_donna

NUOVO CENTRO SOS DONNA

 

Arriva anche a Riolo Terme la possibilità di ricevere ascolto, accoglienza e consulenza per le donne vittime di violenza di genere: da mercoledì 7 ottobre, infatti l’associazione faentina Sos Donna, attiva da 21 anni nel territorio faentino, dà vita ad un punto di ascolto nella cittadina termale delle colline faentine.

Il nuovo punto di ascolto servirà anche per le donne residenti a Casola Valsenio.

Dal 7 ottobre, quindi, ogni mercoledì dalle 14.00 alle 17.00 i locali al piano terra di via Aldo Moro 2 a Riolo Terme (presso la sede municipale) ospiteranno operatrici e volontarie del centro antiviolenza faentino.

Negli stessi orari, sarà attiva la linea telefonica 0546 77410.

 

Le donne che si rivolgeranno al punto di ascolto potranno accedere ai servizi offerti gratuitamente dal centro: prima accoglienza telefonica o vis a vis, colloqui preliminari per individuare i bisogni e fornire le prime informazioni utili, percorsi personalizzati per rafforzare la fiducia nelle proprie capacità e risorse e supportare verso un percorso di autonomia, prima consulenza legale attraverso lo Sportello legale e prima consulenza psicologica, informazioni sulla tutela dei diritti delle donne vittime di violenze psicologiche, fisiche ed economiche in ambito familiare e non, nonché di molestie sessuali e stalking, accompagnamento al lavoro attraverso lo Sportello di orientamento e accompagnamento al lavoro, ospitalità in Case rifugio ad indirizzo segreto, in Casa di Emergenza H24, in Casa per l’autonomia.

 

"Per il nostro secondo punto di ascolto nel comprensorio faentino, abbiamo pensato a Riolo Terme perchè, negli anni, sono le donne di quella vallata che ci hanno manifestato maggiori difficoltà nel raggiungere la nostra sede in centro a Faenza, non potendo contare sul treno per spostarsi. L'amministrazione comunale ha subito accolto la nostra istanza mettendoci a disposizione un locale a pianterreno della residenza municipale, affinchè le donne che abitano nella vallata che va da Casola Valsenio alla via Emilia abbiano un luogo dove poter raccontare la situazione che stanno vivendo."

Informazioni:

 
Volantino: